5 serie tv Netflix per imparare l'italiano | ELLCI

Imparare l’italiano guardando le serie tv Netflix

MONGOLFIERE-SU-TERRENO-ROSSO

Imparare l’italiano guardando le serie tv Netflix

Non si è mai sentito parlare tanto di Netflix – forse – come quest’anno. Il 2020 ci ha messo a dura prova, ma per fortuna esistono sempre un sacco di cose da fare e nuove opportunità da cogliere anche quando siamo costretti a cambiare le nostre abitudini, almeno per un po’. Molte persone, già da marzo, forzate sul divano di casa o costrette tra i quattro armadietti della cucina, hanno iniziato a dare adito alla creatività come meglio potevano. Così, mentre alcuni si sono ingegnati a preparare torte e a infornare pane a volontà con tanto di caccia al lievito nei supermercati (ah, l’Italia, paese di panificatori!), altri si sono concessi di leggere finalmente quel libro che campeggiava sul comodino da mesi e…già, altri ancora non hanno saputo staccarsi un attimo da Netflix. Sui social sono addirittura partite challenge di ogni tipo e una gara a chi non aveva visto quel film o quella serie prima degli altri. E così, questa piattaforma, insieme a tante altre, è riuscita a cavalcare un’onda altissima, facendosi conoscere dai più persino fornendo alcune delle sue distribuzioni in fruizione gratuita.

5 serie tv Netflix per imparare l’italiano

Ma facciamo un passo indietro. Perché, a prescindere da Netflix, è importante guardare i film in lingua originale?

Questo è un po’ strano detto da noi, poiché si sa, l’impianto cinematografico italiano usa moltissimo il doppiaggio e ha anche una grandissima storia di doppiatori. Sì, lo confessiamo, la maggior parte degli italiani (ma non tutti, eh!) ama vedere i film tradotti ed è sempre difficile trovare film in lingua originale al cinema. Un’usanza che può apparire bizzarra. Molti dei nostri studenti, infatti, ci riferiscono spesso che nel loro paese di origine il doppiaggio è molto strano. E poi, confermiamo noi, anche i principianti assoluti conoscono qualche parola della nostra lingua grazie all’intelligente abitudine di guardare i film in italiano.

Se state annuendo anche voi che leggete, ecco, continuate così! Perché? Comprendere una lingua è il primo passo per imparare a parlarla.

Sottotitoli

Se siete principianti assoluti, potete seguire il film in lingua originale con i sottotitoli tradotti nella vostra lingua. Questo sarà il primo step per familiarizzare con l’italiano, non importa se non ci capite nulla adesso. Capirete, capirete. Utile anche riguardare lo stesso film o episodio più volte, ad alcuni piace, no?

Se invece conoscete già l’italiano, è sempre OK mettere i sottotitoli, ma in italiano questa volta! Non importa se qualche parola vi sfugge lo stesso, rilevante è sempre poter capire il contesto generale e in questo caso le immagini sono fondamentali. La didattica moderna, infatti, vuole che sia la globalità del discorso ad essere compresa, non importano i singoli termini, quelli sfuggono anche ai nativi. E’ una capacità strabiliante del cervello quella di mettere insieme i pezzi e dare un senso a tutto, lo sapevate? Ne abbiamo già parlato in altri articoli.

Insomma, se non riuscite a cogliere le parole chiave necessarie a sviscerare la pellicola, potrete sempre premere il tasto rewind (“è tutto necessario”, direbbe Vasco Rossi) e tornare un po’ indietro. Repetita iuvant! E che problema c’è?

Detto questo, ecco la nostra selezione di 5 serie italiane targate NETFLIX che non dovrete assolutamente perdervi (ma non dimenticare la VPN se non vivi in Italia)!

Suburra

3 stagioni, 24 episodi e innumerevoli grammi (?) di adrenalina. Questa serie è ambientata a Ostia, un quartiere di Roma, scrigno di bellezze ma anche spesso vittima della delinquenza. La trama rimbalza tra le vicende di politici, criminali e anche persone comuni, sullo sfondo di alcuni affari malavitosi volti alla conquista degli appalti per la costruzione di un porto turistico. Aureliano e Spadino, criminali in piena regola, sapranno conquistarvi, ne siamo certi. Non ripetetelo da soli a casa (qualsiasi cosa sia)! (semicit.).

Luna nera

Serie nuovissima del 2020, ne esiste per il momento solo una stagione. Insomma, fate ancora in tempo a recuperarla. Se siete dei tipi tenebrosi, vi piacciono le atmosfere oscure e la stregoneria, benvenuti, siete nel posto giusto.

Baby

 

3 stagioni (2018, 2019, 2020) e 18 episodi. Tratta da una storia vera sapientemente romanzata, questa serie ci mostra come tante altre, una Roma ben lontana dalla Dolce Vita felliniana. Essa si ispira allo scandalo delle baby squillo del 2013, un momento nero della cronaca italiana che ha visto alcune minorenni del quartiere Parioli di Roma, abitato dalla società perbene, avvicinarsi al mondo della prostituzione. Una delle citazioni più famose della serie, infatti, è: “i sentimenti sono solo delle illusioni, ma i soldi sono veri”. Guardatela con passione e smentitela.

Skam Italia

 

Siamo anche qui in regime adolescenziale, siamo anche qui a Roma. Quattro stagioni percorse da amori, scoperte, identità rivelate e drammi giovanili, tutto raccontato attraverso chat e post sui social media. Ricalcato su un format norvegese, questo teen drama vede sulla scena attori sorprendentemente bravi ed è sicuramente una delle serie di cui tanto si parla in Italia. Per consigliarvela ci affidiamo a Michela Murgia, una delle voci nostrane più apprezzate in assoluto, che ha detto: “Skam va vista e possibilmente pure rivista, perché è bellissima. La quantità di temi che contiene – educazione sentimentale, sesso, dinamiche di genere, omosessualità, multiculturalismo – e il modo in cui sono trattati è delicato e credibile, privo di retorica. Tutto è ben fatto, dai dialoghi alla strepitosa regia, dalla recitazione alla colonna sonora”.

Curon

Altra serie emergente dell’ultimo anno di questo primo ventennio del ventunesimo secolo, Curon, ben adattandosi a un periodo quantomeno strano dell’attualità, per usare un eufemismo, è una serie dark di tutto rispetto. Ambientata a Curon Venosta in Alto Adige, terra dall’anima un po’ italiana e un po’ tedesca, questa serie tratta proprio il tema del doppio e verrà trasmessa in 190 paesi. Il paesaggio è molto interessante e si pregia della principale attrazione del paesino, un campanile sommerso dalle acque. Netflix la presenta così: “Dopo 17 anni una donna torna al paese d’origine insieme ai suoi figli. Quando scompare, i ragazzi dovranno affrontare inquietanti segreti del luogo e della loro famiglia.”

Fateci sapere qual è la vostra preferita. E ricordate: “La comunicazione parte non dalla bocca che parla ma dall’orecchio che ascolta.”