Com'è studiare italiano a Milano: ecco la storia di Yoshie | ELLCI

La storia di Yoshie che ha deciso di studiare italiano a Milano

ELLCI student Interview with Yoshie

La storia di Yoshie che ha deciso di studiare italiano a Milano

Trasferirsi all’estero, cominciare una nuova vita e studiare italiano a Milano. Cambiare abitudini, lingua e cultura è un’esperienza molto intensa, che può essere difficile a momenti, ma condividere gli stessi imprevisti con altre persone è sicuramente la ricetta giusta per sentirsi a casa in Italia.

Studiare italiano a Milano è il primo passo per creare un gruppo e affrontare le prime difficoltà insieme. Yoshie, dal Giappone, ci racconta la sua esperienza come studentessa di italiano in ELLCI. 

Intervista studentessa Yoshie

Intervista con Yoshie

 Parla un po’ di te: da dove vieni, quanti anni hai e di cosa ti occupi al momento?

Mi chiamo Yoshie, vengo da Tokyo. Ho 28 anni, sono studentessa e frequento il corso di italiano Standard 20 alla mattina.

Da quanto vivi a Milano e come ti trovi? 

 A Settembre 2018 mi sono trasferita a Milano e ho cominciato a studiare la lingua italiana da zero. 

Qual era il tuo livello di italiano quando sei arrivata? Inizialmente hai avuto difficoltà?

Quando sono venuta qui non sapevo niente di niente della lingua italiana. Siccome in classe parliamo solo italiano, l’impatto è stato difficile per me all’inizio. Invece ora sono ho raggiunto il livello intermedio e mi sono abituata a vivere in Italia. Infatti ora mi trovo benissimo. 

Prima del corso di italiano in ELLCI non avevo mai studiato italiano. Però penso che durante la lezione noi facciamo tante conversazioni, giochi e esercizi che non puoi fare da autodidatta. Anche gli insegnanti sono tutti fantastici. 

Cosa ti ha portato in Italia? 

Il motivo principale che mi ha portato in Italia è: per amore. Per cui ho mollato tutto nel mio paese e sono venuta in Italia con il mio fidanzato italiano. Poi mi interessa la cultura dell’Italia. In futuro vorrei lavorare a Milano perciò è necessario parlare italiano. Ho studiato moda all’università, quindi penso che Milano sia il posto giusto per specializzarmi in questo settore. 

Quali sono i documenti necessari per vivere e studiare in Italia?

Sicuramente sono necessari il passaporto e il visto. Inoltre è importante munirsi di una buona assicurazione sanitaria che copra tutta la durata del soggiorno in Italia quando si fa la domanda di visto.

Come è cambiata la tua vita a Milano?

La mia vita ha subito un cambio radicale qui a Milano. In questo periodo ho tempo per studiare quindi posso concentrarmi sull’apprendimento della lingua italiana. .

Hai progetti per il futuro? Resterai a Milano?

Mi piace molto vivere a Milano per cui vorrei stare qui a lungo.

Una cosa che ti piace del vivere in Italia e una cosa che non ti piace.

Penso che il vantaggio più bello di vivere in Italia sia il cibo italiano! 

Non mi piace però che ci siano tante pareti imbrattate per le città, credo sia un punto debole. 

Cosa consiglieresti a chi inizia a studiare l’italiano e sogna di vivere in Italia?

Non siate timidi! Parlate tanto con gli italiani anche se non potete parlare bene. Loro sono gentili, vi aiuteranno a capire.

Se stai cercando l’ispirazione per i tuoi buoni propositi in italiano per masticare pienamente la bella lingua, devi assolutamente dare un’occhiata ai corsi di italiano di lunga durata