Studiare l'italiano a Milano, la storia di Helena | ELLCI

Studiare Italiano a Milano: la storia di Helena

ELLCI_svezia

Studiare Italiano a Milano: la storia di Helena

Da Stoccolma a Milano passando per Londra: oggi conosciamo Helena!
 Helena è una vera cosmopolita, i suoi anni trascorsi nelle capitale europee più internazionali sono un’esperienza preziosa, scopriamo insieme i suoi consigli per adattarsi a una nuova città e imparare una nuova lingua. 

ELLCI_student_Helena

Intervista con Helena

Ciao Helena, puoi dirci qualcosa di te?

Sono Helena e vengo da Stoccolma. Ho 35 anni e al momento dopo un anno di studio dell’italiano sto cercando un lavoro per integrarmi di più in Italia. Finora la mia vita in Italia mi piace molto, quello che mi manca è tornare a una routine, quella che vedo come una vita normale con un lavoro ed  amici locali.

Cosa ti ha portato in Italia?

Tutto è iniziato a Londra, dove ho conosciuto il mio fidanzato. Con la nostra relazione stabile e il raggiungimento dei traguardi nelle nostre rispettive carriere ci mancava stare vicini alla famiglia, quindi abbiamo deciso di lasciare Londra dopo molti anni e di avvicinarci a una delle nostre famiglie e abbiamo pensato che l’opzione migliore fosse iniziare in Italia. È stata una grande decisione dato che non parlavo la lingua, ma dove c’è volontà ci sarà successo.

Quando hai cominciato a studiare italiano e come?

Molti anni fa dopo alcuni mesi di lavoro ho fatto qualche mese di italiano, ma poiché non usavo la lingua ho finito per dimenticare tutto. Le prime due settimane in ELLCI sono state un po’ facili e una buona ripetizione, ma dopo queste due settimane ero completamente persa ed era tutto era nuovo e difficile.

Hai incontrato delle difficoltà?

Ovviamente l’italiano non è una lingua facile ed è molto diversa dalle lingue che già parlo con differenze di genere, coniugazioni, i diversi tempi e tutte le irregolarità, quindi devo dire che ho dovuto affrontare molte difficoltà in tutto il processo, che è ancora in corso …

Aggiungo che all’inizio la più grande lotta era comunicare con la gente del posto e fare le cose da soli, perché sfortunatamente incontrerai raramente persone che parlano inglese, ma la vita qui conoscendo l’italiano è diventata molto più facile, anche se ci sono ancora dei dossi lungo la strada.

Come è cambiata la tua vita a Milano ?

La mia vita è stata capovolta da quando mi sono trasferita a Milano. A Londra lavoravo 8-10 ore al giorno con il telefono che squillava anche al di fuori dell’orario di lavoro, facendo qualcosa che amavo e in cui avevo costruito una reputazione. Avevo i miei amici e avevo le mie routine, conoscevo la città, anche se era solo la mia casa da 8 anni, era un conforto sapere come funzionava la vita, anche se era diverso da quello che conoscevo in Svezia. Venire in Italia, non lavorare, non parlare la lingua, non avere amici, non avere il conforto è stato molto difficile. Mi manca ancora la sensazione di lavorare, ma sento che la vita si sta lentamente sistemando e spero che in un prossimo futuro mi sentirò come a casa a Milano come ho fatto a Londra con nuove routine e vita lavorativa.

Hai progetti per il futuro? Resterai a Milano?

Con un lavoro, vedo Milano come il luogo per il futuro previsto, ma Stoccolma ha ancora un grande posto nel mio cuore e spero che un giorno tornerò lì.

Una cosa che ti piace del vivere in Italia e una cosa che non ti piace.

Per me il clima, che è certamente migliore rispetto a quello di provenienza è un grande punto positivo, ma anche che le persone sono più calde al primo incontro. Il cibo è incredibile e il paese è oltre lo stupore con così tanto da vedere. 

La cosa che mi piace di meno o che potrei fare con un enorme miglioramento è la burocrazia che è lenta, poco educata e non organizzata per gli Italiani e ancor peggio per gli stranieri.

Cosa consiglieresti a chi inizia a studiare l’italiano e sogna di vivere in Italia?

La cosa più importante che consiglierei a qualcuno che studia una lingua è di non mollare mai. Sarà difficile, ci saranno cose che saranno difficili per te ma facili per gli altri e viceversa, ma alla fine con la pratica migliorerai. Non essere timido, prova a parlare, ascolta musica italiana, guarda film e notizie italiani, leggi libri italiani, all’inizio sarà difficile ma sono così utili per migliorare la lingua e svilupparla secondo un’abitudine.

Per vivere in Italia, preparati che se non parli la lingua avrai difficoltà a comunicare poiché l’inglese non è sempre parlato, specialmente nei luoghi governativi. Allacciati la cintura per un viaggio ricco di cibo, cultura, storia e luoghi mozzafiato da vedere.

 

Hai sempre voluto imparare la lingua italiana, ma non sai da dove iniziare? Prova i nostri corsi di italiano online, a partire da due settimane. Raggiungi un livello in 6 settimane!