Come si festeggia la Pasqua in Italia: tradizioni e origini

La Pasqua è una delle festività più importanti dell’anno, segna l’inizio della bella stagione e delle attività all’aria aperta. Feste popolari, sagre di paese, concerti, riti religiosi e processioni sono solo alcuni degli eventi organizzati in questo periodo.

Quest’anno la Pasqua cade alta. La data di Pasqua è variabile poiché coincide con la domenica successiva al plenilunio di primavera. In base a questa regola, si dice che la Pasqua è bassa se cade dal 22 marzo al 2 aprile, media dal 3 al 13 aprile, alta dal 14 al 25 aprile.

Vediamo insieme come si festeggia la Pasqua in Italia.  Da nord a sud, soprattutto la Passione del Venerdì Santo ha ispirato riti numerosi e sentiti che prevedono processioni, rievocazioni e messe in scena.

Come si festeggia la Pasqua dal nord al sud Italia

Le celebrazioni della Pasqua cominciano la domenica precedente, per ricordare l’entrata trionfante di Gesù a Gerusalemme, che venne accolto dallo sventolio di foglie di palma. In questa giornata non è raro vedere famiglie e bambini che tornano a casa con rami di ulivo benedetto in chiesa  (in mancanza delle palme).

Ha inizio così la Settimana Santa durante la quale si svolgono vari riti. Il giovedì ricorda la ricorrenza dell’Ultima Cena e della “celebrazione eucaristica” .

Il venerdì Santo è il giorno della Via Crucis: le strade si illuminano di fiaccole e vengono attraversate dalle processioni in cui si ripercorre il processo, il calvario e la morte di Gesù.

Il sabato a mezzanotte le campane annunciano la Resurrezione. La domenica è il giorno più importante, si rompe la Quaresima, il lungo periodo di digiuno, e si distribuiscono uova e dolci a forma di colomba e uovo. L’uovo, simbolo della vita che si rinnova e auspicio di fecondità, è collegato al significato della Pasqua come la festa della primavera e del risveglio della natura.
Il Lunedì dell’Angelo è chiamato così per ricordare l’incontro del messaggero alato con le donne giunte al sepolcro vuoto. Diventa giorno festivo nel calendario nazionale solo nel secondo dopoguerra, per prolungare la pausa primaverile. Da allora si diffonde l’uso delle gite fuori porta e all’aria aperta.

Quest’anno grazie alla Pasqua alta, i giorni festivi primaverili sono molto vicini. Il ponte di Pasqua può diventare quindi una lunga vacanza se legati al Ponte del 25 aprile e al 1 maggio.

Chi resta o visita l’Italia ha l’imbarazzo della scelta tra le tante tradizioni e rappresentazioni in costume che si possono ammirare in ogni città e borgo.

Ma cosa si fa di così caratteristico in ogni città per Pasqua in Italia? 

Bormio PasqualiA Bormio, troviamo la tradizione dei Pasquali: la sfilata dei carri allegorici ornati di fiori e muschio portati da giovani in costume tradizionale.

Nel centro-nord, troviamo invece celebrazioni pasquali che hanno come protagonista l’uovo: la Sagra e il Palio dell’uovo a Tredozio con giochi, battaglie e sfilate di carri allegorici.

Firenze Scoppio del carroLa colomba è invece la protagonista della famosa celebrazione dello Scoppio del Carro a Firenze, che risale ai tempi della prima crociata. La domenica di Pasqua una colomba meccanica colpisce un  carro davanti al Duomo di Firenze accendendo così i fuochi d’artificio contenuti nel carro.

Trapani MisteriDa non perdere in Sicilia riti e costumi locali antichi dove personaggi mascherati sfilano per le strade delle città. Tra le più suggestive troviamo la Real maestranza a Caltanissetta che risale alla dominazione spagnola,, la processione dei Misteri a Trapani e le celebrazioni a Prizzi e a Adrano, tradizione settecentesca che si tramanda di padre in figlio.

Roma via CrucisInfine, da non perdere a Roma, la suggestiva via Crucis del Papa che arriva fino al Colosseo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

E’ possibile utilizzare questi HTML tag e atributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>